Fattura PA: chiariti i fornitori della P.A. in un nuovo elenco

La fattura PA (fattura elettronica obbligatoria per chi è fornitore della Pubblica Amministrazione) a poche settimane dall’inizio del periodo obbligatorio trova finalmente un’interpretazione dettagliata su coloro che di fatto debbano essere considerati destinatari “obbligati” a riceverla nel formato previsto (sorta di XML “addomesticato” alla normativa italiana) per mezzo del Sistema di Interscambio (postino elettronico “sbircione”…) .

Fattura elettronica

Da quanto la L. 244/07 (c.d. Legge Finanziaria 2008) aveva introdotto il concetto di obbligatorietà in cui le P.A. che avrebbero accettato le fatture ancora su carta non avrebbero poi più potuto pagare neanche in parte i loro fornitori dal momento in cui il periodo di obbligatorietà del regime fosse scattato a pieno regime (ovvero a partire dal 31 marzo 2015) oltre a comprendere come potersi adeguare al cambiamento si sono sprecate le pagine interpretative su chi di fatto potesse rientrare anche perché inizialmente tutto faceva riferimento al c.d. “elenco Istat”.

Che il legislatore intenda premere sull’acceleratore non c’è ombra di dubbio. Che le P.A. e gli enti privati (che ho formato personalmente ed in tutta Italia) abbiano mezzi e conoscenze adeguate per effettuare il passaggio è un altro discorso. Ben venga dunque una precisazione, anche se, evidentemente più che… tardiva.

La Circolare n. 1 del 9 marzo 2015 del Dipartimento delle Finanze del Ministero delle Economia e delle finanze di concerto con il Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha chiarito che oltre all’elenco annuale Istat e le Autorità indipendenti i soggetti obbligati sono anche “tutte le Amministrazioni dello Stato, ivi compresi gli istituti di ogni ordine e grado e le istituzioni educative, le aziende ed amministrazioni dello Stato ad ordinamento autonomo, le Regioni, le Province, i Comuni, le Comunità montane, e loro consorzi e associazioni, le istituzioni universitarie, gli Istituti autonomi case popolari, le Camere di Commercio, industria, artigianato e agricoltura e le loro associazioni, tutti gli enti pubblici non economici nazionali, regionali e locali, le amministrazioni, le aziende e gli enti del Servizio sanitario nazionale, l’Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (ARAN), le Agenzie di cui al decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 e, fino alla revisione organica della disciplina di settore, il CONI”.

Le Amministrazioni locali che avevano pensato di attendere il decreto ad hoc previsto dalla L. 244/07 secondo la circolare invece dovranno essere pronte a partire già dal 31 marzo 2015 in fatturazione elettronica obbligatoria. In particolare quelle che risultano elencate nell’elenco Istat.

 

Pubblica Amministrazione: tipologie Date di decorrenza fatturaPA
Tutte le Amministrazioni, che abbiano stilato specifici accordi con i propri fornitori (in modo volontario) 6 dicembre 2013
Ministeri
Agenzie Fiscali
Enti nazionali di previdenza e assistenza sociale
6 giugno 2014
Tutte le Pubbliche Amministrazioni, comprese quelle locali collocate nell’elenco Istat 31 marzo 2015

 

Pubblica Amministrazione: quali obbligate per legge Riferimento normativo
Tutte le Amministrazioni dello Stato,Istituti di ogni ordine e grado e le istituzioni educative,Aziende ed amministrazioni dello Stato ad ordinamento autonomo,

Regioni, Province, Comuni,

Comunità montane, e loro consorzi e associazioni,

Istituzioni universitarie,

Istituti autonomi case popolari,

Camere di Commercio, industria, artigianato e agricoltura e le loro associazioni,

Tutti gli enti pubblici non economici nazionali, regionali e locali,

amministrazioni, le aziende e gli enti del Servizio sanitario nazionale,

Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (ARAN), Agenzie di cui al decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300

CONI (fino alla revisione organica della disciplina di settore)

Articolo 1, comma 2, D.Lgs. n. 165/2001
I soggetti indicati nell’elenco Istat e le Autorità indipendenti Articolo 1, comma 2, Legge n. 196/2009
Le Amministrazioni autonome (comprese quelle locali collocate nell’elenco Istat) Articolo 1, comma 209, Legge n. 244/2007

 

By | 2018-05-17T14:18:23+00:00 marzo 10th, 2015|Richiesta di informazioni|Commenti disabilitati su Fattura PA: chiariti i fornitori della P.A. in un nuovo elenco

About the Author:

Paola Zambon è Dottore commercialista in Italia, chartered accountant in Inghilterra e Galles, expert comptable in Lussemburgo.