Internazionalizzare Azienda – L’Italia secondo l’Ocse: ancora in recessione e ripresa lenta

Internazionalizzare Azienda – L’Italia secondo l’Ocse: ancora in recessione e ripresa lenta

L’Economic Outlook dell’Ocse del 19 novembre 2013 disegna un’Italia, unico dei Paesi del G7, ancora in recessione nonostante un timido miglioramento nel Pil per il 2013.

La ripresa, prevista per il 2014 è condizionata sostanzialmente al fatto che il sistema bancario riesca ad allargare le proprie maglie ed elargire credito, nonostante i tassi di interessi di mercato siano mediamente più elevati rispetto ad altri Paesi europei.

Internazionalizzazione

L’Ocse rivede al ribasso la stima per il Pil dell’Italia nel 2013, ancora negativo, ma al rialzo quella per il 2014 e per il 2015. Rispetto a sei mesi fa, la previsione per quest’anno passa da -1,8% a -1,9%, e quella per l’anno prossimo da 0,5% a 0,6%. L’Italia, si legge nell’Economic Outlook dell’Ocse, resta l’unico Paese del G7 ancora in recessione.

Nonostante venga riconosciuta all’Italia un miglioramento nella contabilità pubblica sono previsti aumenti del debito pubblico anche per il 2014 ed un calo solo nel 2015 (dove sostanzialmente tornerà ad essere ai livelli attuali) ed un aumento della disoccupazione in modo leggermente più alto rispetto agli paesi europei.

Ai nostri imprenditori non resta che cercare mercati ricettivi per il proprio business.

Noi siamo pronti a supportarli in questa sfida.

By | 2018-05-17T14:21:36+00:00 novembre 20th, 2013|Diritto e fisco|Commenti disabilitati su Internazionalizzare Azienda – L’Italia secondo l’Ocse: ancora in recessione e ripresa lenta

About the Author:

Paola Zambon è Dottore commercialista in Italia, chartered accountant in Inghilterra e Galles, expert comptable in Lussemburgo.