Trasferire Azienda all’estero – Exit tax – regole per trasferire sede all’estero

Trasferire Azienda all’estero – Exit tax – regole per trasferire sede all’estero

spostare-azienda-estero“Il trasferimento all’estero della residenza dei soggetti che esercitano imprese commerciali, che comporti la perdita della residenza ai fini delle imposte sui redditi, costituisce realizzo, al valore normale, dei componenti dell’azienda o del complesso aziendale, salvo che gli stessi non siano confluiti in una stabile organizzazione situata nel territorio dello Stato”. Così riporta l’art. 166 del Tuir che, applicabile ai trasferimenti effettuati a partire dal 24 gennaio 2012, in tema di “exit tax” in sintesi aggiunge anche che la plusvalenza si realizza anche se:
1) successivamente i componenti confluiti nella stabile organizzazione situata nel territorio dello Stato ne vengano distolti;
2) relative alle stabili organizzazioni all’estero.
Il trasferimento della residenza fiscale all’estero da parte di una società di capitali non da’ luogo di per se’ all’imposizione dei soci della società trasferita.

 

 

Trasferire Azienda estero

Foto

Chi trasferisce la residenza ai fini delle imposte sui redditi in Stati dell’Unione europea ovvero in Stati aderenti all’Accordo sullo Spazio economico europeo con i quali l’Italia abbia stipulato un accordo sulla reciproca assistenza in materia di riscossione dei crediti tributari (c.d. White list) può richiedere la sospensione degli effetti del realizzo di tale plusvalenza in Italia, seguendo le disposizioni di un apposito decreto che in questi giorni è alla firma ministeriale.

La plusvalenza è di competenza del periodo di imposta in cui materialmente avviene il trasferimento della residenza fiscale all’estero e comprende l’avviamento eventuale valutato al fair value. La società può versare l’imposta su quanto trasferito secondo un criterio analitico (al momento in cui i beni vengono ceduti allo Stato estero) o forfetario (a quote costanti decennali, cui vanno aggiunti gli interessi e sempre che vi siano le sufficienti garanzie).

Per rendere operativo tale decreto occorrerà però attendere ancora l’emanazione della correlata prassi da parte dell’Agenzia delle Entrate (come esercitare la sospensione del versamento, quando il regime decade o quali garanzie si debbano prestare).

By | 2018-05-17T14:22:37+00:00 luglio 19th, 2013|Diritto e fisco, LTD Londra | Novità dal Regno Unito, Richiesta di informazioni|Commenti disabilitati su Trasferire Azienda all’estero – Exit tax – regole per trasferire sede all’estero

About the Author: