La Convenzione sulla mutua assistenza amministrativa in materia fiscale è un Trattato multilaterale portato avanti dall’Ocse (Organizzazione per lo sviluppo e la cooperazione economica) e dal Consiglio europeo al quale gli Stati membri sono stati invitati alla relativa sottoscrizione a partire dal 25 gennaio 1988 ed entrato ufficialmente in vigore il 1° aprile 1995 e poi modificato il 6 aprile 2010 a seguito dell’assemblea ministeriale di Parigi.

 

spostare-azienda-estero

La Convenzione si propone di promuovere la cooperazione amministrativa in materia fiscale a più ampio spettro, nel rispetto dei diritti del contribuente: scambio di informazioni, assistenza al recupero dei crediti di natura tributaria, superamento del segreto bancario, verifiche fiscali effettuate all’estero, ecc. al fine di combattere l’evasione e l’elusione fiscale internazionale.

La stessa, si candida ad essere uno standard internazionale (l’adesione è aperta anche a Stati non membri del Consiglio UE o Ocse) e dovrebbe essere utilizzata tutte le volte che rispetto alle norme applicabili dell’Unione europea gli Stati membri ritengano che il suo uso tra Stati possa garantire una cooperazione più ampia.

L’Italia ne risulta essere membro grazie alla formale adesione avvenuta con la legge 10 febbraio 2005, n. 19.

Il 15 ottobre 2013 anche la Svizzera ha sottoscritto la Convenzione (58° Stato aderente) dimostrando di credere nella cooperazione internazionale al di là di quanto era emerso nelle problematiche rilevate in sede di Global Forum, pur mantenendo la propria tipicità di centro finanziario.

Con l’adesione alla Convenzione uno Stato aderente che riceva una richiesta di informazioni bancarie proveniente da un’altra giurisdizione legata alla stessa Convenzione non può però rifiutare opponendo la riservatezza degli utenti delle proprie banche o l’interesse di Stato.

I 58 Stati firmatari della Convenzione risultano così essere attualmente i seguenti: Albania, Argentina, Australia, Austria, Azerbaigian, Belgio, Belize, Brasile, Canada, Cina, Colombia, Costa Rica, Croazia, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Georgia, Germania, Ghana, Grecia, Guatemala, Islanda, India, Indonesia, Irlanda, Italia, Giappone, Corea, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Messico, Moldavia, Marocco, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Nigeria, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, Russia Federazione, Arabia Saudita, Singapore, Repubblica Slovacca, Slovenia, Sud Africa, Spagna, Svezia, Svizzera, Tunisia, Turchia, Ucraina, Regno Unito, e Stati Uniti.

I seguenti paesi sono coperti anche dalla Convenzione invece attraverso l’estensione territoriale di:

– Danimarca: Isole Faroe e la Groenlandia,

– Paesi Bassi: Aruba, Curaçao e Sint Maarten,

– Regno Unito: Isole Cayman, Montserrat e Turks e Caicos.